Calendario del corso di Drammaturgia musicale 2
a.a.
2006-2007, I semestre (agg.: 22 novembre 2006)

Michele Girardi

Giovedì e venerdì, ore 13.30-16.30, aula I; inizio delle lezioni: giovedì 12 ottobre 2006, h. 13.30; ricevimento: mercoledì, ore 15.30-16-30 (o su appuntamento, telefonando allo 0372-22828).
.

g

m

docente, argomento svolto

ht

       

Gi 12

ottobre

GIRARDI, introduzione metodologica al corso: il problema del teatro di regia (antecedenti storici) e della fedeltà al testo (cosa possiamo considerare testo) e/o alle intenzioni dellautore; come si possono studiare i supporti audiovisivi (precauzioni e fiducia);

3

    Peter Sellars e laggiornamento dellazione come segno di fedeltà allopera, 1:
Le Nozze di Figaro
, atto primo.
 

Ve 13

 

GIRARDI: delimitazione di un corpus di regìe da affrontare nei seminari (caratteristiche degli artisti, tendenze estetiche, loro ruolo nel panorama teatrale odierno); individuazione di una metodologia danalisi, a partire dallo studio della partitura e del libretto, della tradizione esecutiva e del sistema produttivo di origine e d’arrivo, e in considerazione al medium; Peter Sellars e laggiornamento dellazione come segno di fedeltà allopera, 2: Le Nozze di Figaro, III.1-4, nn. 16-17; IV.10-12, nn. 27-28.

6

Ve 20

GIRARDI: ancora sul concetto di testo, di opera e sulla sua riproduzione (cfr. WOLFGANG OSTHOFF, Lopera darte e la sua riproduzione: un problema dattualità per il teatro dopera); la resistibile marcia filologica, viziata dalla divinizzazione della partitura come feticcio (del prodotto di un unico genio creatore: coordinate storiche ed estetiche del problema); Peter Sellars e laggiornamento dellazione come segno di fedeltà allopera, 3: Don Giovanni, Overtura, I.1-3, nn. 1-3; la scelta del doppio, problemi psicanalitici, nodi drammatici.

9

Gi 26

 

GIRARDI: domande ancora attuali? Le sette questioni sollevate da OSTHOFF (Lopera darte ):

Peter Sellars e laggiornamento dellazione come segno di fedeltà allopera, 4: Don Giovanni, I.20, n. 14 (STREHLER, 1987 - SELLARS, 1990); I.15, n. 12; II.23, n. 24 (SELLARS, 1990).

12

Gi 2

novembre

BIGIARINI-DELSANTO-MARTINO, allestimenti a confronto: Così fan tutte, I.1-4, nn. 1-4 (HAMPE, 1983 - SELLARS, 1990 - GARDINER 1993); Ouvertura (SELLARS, 1990) - II.15-18, n. 31 (GARDINER 1993).

15

Ve 3

 

BIGIARINI-DELSANTO-MARTINO, Così fan tutte, SELLARS, 1990: II.10, finalità drammaturgiche per la sostituzione del n. 28, e fedeltà alla prassi del tempo; II.15-18, n. 31, e premesse in I.2 e II.2.
GIORGI-GIARRUSSO, Turandot, Salisburgo 2002, Pountney, atto primo; II.1.

20

Me 8

 

GIORGI-GIARRUSSO, Turandot, atti secondo e terzo, finale completato da Luciano Berio.

22

Gi 9

 

ERMETE-FANTASIA-LOMBARDI-VALLE, Traviata, Venezia 2004, Carsen.

27

Ma 14

 

ERMETE-FANTASIA-LOMBARDI-VALLE, Manon Lescaut, Antwerpen 1991, Carsen.

30

       

 

Programma d’esame (in formato PDF)