Drammaturgia musicale ab
Drammaturgia musicale 2,
2003-2004
(24 gennaio 2003)

Alcune tematiche
del teatro musicale
di Leoš Janįcek

La ‘forma-monologo’
nel teatro musicale Otto e Novecentesco


Michele Girardi

(ultimo aggiornamento: 14 giugno 2004)

   

Comunicazioni con gli studenti (orari delle lezioni e dei ricevimenti: Drammaturgia musicale A e B; Drammaturgia musicale 2, programma d’esame, moduli A e B, Drammaturgia musicale 2, in formato PDF e RTF), informazioni sul curriculum di Musica e spettacolo e altro); Materiali del corso: moduli A e B, Drammaturgia musicale 2.


DRAMMATURGIA MUSICALE 2: La ‘forma-monologo’ nel teatro musicale Otto e Novecentesco.

Il modulo č basato su una ricerca in corso, si tiene in forma seminariale, ed č rivolto agli studenti iscritti alla laurea specialistica. Data l’impostazione metodologica adottata (e la pressoché totale mancanza di una bibliografia sul tema trattato), la frequenza č obbligatoria. Chi non potesse partecipare, dovrą concordare un programma alternativo, scrivendo una mail allindirizzo: girardi@unipv.it (premere qui per accedere alla pagina del corso).

Programma d’esame (in formato PDF e RTF)

DRAMMATURGIA MUSICALE A: Uno sguardo panoramico sul teatro musicale ‘nazionalista’ nell’Est europeo.
DRAMMATURGIA MUSICALE B: Alcune tematiche del teatro musicale di Leoš Janįcek: a) il rapporto carnefice-vittima in Jenufa e Kįt’a Kabanovį; b) tra magģa e realismo: Prķhody Lišky Bystroušky (La piccola volpe astuta) e Vec Makropulos (L’affare Makropulos).

Il corso era diviso in una parte istituzionale (comune per chi dą l’esame) e in due moduli (non propedeutici tra loro, tuttavia complementari), secondo il nuovo ordinamento degli studi per la laurea triennale in musicologia (si vedano al riguardo le informazioni contenute nella Guida dello studente, a.a. 2003-2004). Dopo la chiusura del secondo modulo sono stati svolti incontri in forma seminariale, affidati agli studenti, su argomenti inerenti alla materia trattata (premere qui per accedere alla pagina del corso).

Programma d’esame.


Parte istituzionale: Il teatro musicale europeo, 1750-1928.
Si richiede la conoscenza delle opere (e dei rispettivi generi) nel periodo indicato. Sarą riconosciuto in sede d’esame il risultato di chi si fosse impegnato attivamente nei seminari. Sono previste
nel primo semestre esercitazioni affidate al tutor, dott. Luigi Boccia (consulta gli orari), su problemi storiografici e analitici e sui titoli pił importanti del repertorio, e approfondimenti delle tematiche trattate nel I e nel II modulo

Bibliografia

CARL DAHLHAUS, La musica dellOttocento, Scandicci (Firenze), La Nuova Italia, 1990 (in particolare tutte le sezioni dedicate al teatro musicale; 780.9034 DAH / Mus); CARL DAHLHAUS, Drammaturgia dell’opera italiana, in Storia dell’opera italiana. VI: Teorie e tecniche, immagini e fantasmi, a cura di Lorenzo Bianconi e Giorgio Pestelli, Torino, EDT, 1988, pp. 79-158 (782.10945 STO 6); per l’inquadramento generale si tengano presenti i volumi 8 (RENATO DI BENEDETTO, Romanticismo e scuole nazionali, Torino, EDT, 1991) e 9 (FABRIZIO DELLA SETA, Italia e Francia nell’Ottocento, Torino, EDT, 1993) della Storia della musica, a cura della Societą italiana di musicologia (780.9 STO/SIdM; Fondo Stauffer 65).

 


Curriculum

Pubblicazioni

Convegni

Altre attivitą

Corsi: 1997-98, 1998-99, 1999-2000, 2000-2001, 2001-2002, 2002-2003-ab, 2002-2003-2, 2003-2004-ab, 2003-2004-2