20201019

 

La prima parte del corso, di carattere istituzionale, è stata svolta dal docente. Si sono studiati, nelle loro generalità i sistemi produttivi teatrali, a cominciare da quello veneziano, nel Sei e Settecento e in particolare della Fenice, dalla fondazione all’Ente autonomo, ingemmato dei capolavori di Rossini e Verdi, soprattutto. L’attenzione si è poi spostata sulle scene milanesi, e in particolare del Teatro alla Scala, che nel corso del xix secolo ha messo in piedi un repertorio valso a ottenerle il primato nel mondo dell’opera, ribadito nella gestioni dei grandi direttori d’orchestra, da Toscanini a Abbado. Si è discusso il ruolo dei nobili e delle società proprietarie, gestite da impresari di talento, fino alla stagione degli editori-impresari, Ricordi e Sonzogno, a cavaliere fra  xix e xx secolo, e ai cambiamenti derivati dall’avvento della gestione pubblica, fino alle leggi più recenti in materia di spettacolo.

La seconda parte è stata svolta dalle prof. Vincenzina Ottomano e María Cáceres-Piñuel, dell’Università di Berna, che hanno tenuto un ciclo di lezioni intitolate Mecenatismo femminile: questioni di genere, di potere e organizzazione culturale tra Ottocento e Novecento, nel contesto di un importante  progetto di ricerca europeo della ism (International Musicological Society: Study Group “Gender and Musical Patronage” >). Si leggano il programma del ciclo > e il calendario delle lezioni >. Un ulteriore approfondimento (di là da venire) riguarderà la realtà specifica della città di Venezia con uno sguardo più dettagliato sull’organizzazione e diffusione culturale ad opera di influenti figure quali Olga Levi, Winnaretta Polignac-Singer e Peggy Guggenheim. A questi personaggi verrà dedicato un importante convegno internazionale nella primavera del 2021, che si svolgerà nel palazzo della Fondazione Levi a Venezia, compatibilmente con l’evolversi dell’epidemia attualmente in corso.

 

NB: il segno > rinvia a un collegamento ipertestuale, solitamente un documento in formato pdf; * segnala che il documento (testo, audio o video ecc.) è disponibile su richiesta a scopo di studio.

20201019

 

Per l’inquadramento storico la / il  candidata / o potrà consultare i volumi 9 (Fabrizio Della Seta, Italia e Francia nell’Ottocento, Torino, edt, 1993) e 10  (Guido Salvetti, La nascita del Novecento, Torino, edt, 1991) della Storia della musica, a cura della Società italiana di musicologia, ii ediz. (anche nell’ediz. economica: 2013); una soluzione di ripiego può essere la lettura del manuale di Mario Carrozzo, Cristina Cimagalli,  Storia della musica occidentale. Dal Romanticismo alla musica elettronica, 3 voll., Milano,  Armando, 2009: (>, almeno le pp. 11-56, 169-418).

 

La / il candidata / o dovrà dimostrare di possedere le nozioni basilari di storia sociale dell’opera nell’Ottocento, che otterrà leggendo John Rosselli, Sull’ali dorate. Il mondo musicale italiano dell’Ottocento, Bologna, Il Mulino, 1992 (>) e, per la parte recente Fiamma Nicolodi, Il sistema produttivo dall’Unità a oggi, nella Storia dell’Opera italiana, a cura di Lorenzo Bianconi e Giorgio Pestelli, vol. 4 Il sistema produttivo e le sue competenze, Torino, edt/Musica, 1987, pp. 167-229.* Per conoscere sinteticamente la storia dell’opera nella capitale del teatro potrà scorrere Michele Girardi, Venezia è la musica (>), Venezia, 2020 e Francesca Gualandri, Spettacoli, luoghi e interpreti a Venezia all’epoca della «Didone» (>), «La Fenice prima dell’opera», 7, 2006, pp. 39-62; dalla pagina del corso (>) trarrà definizioni enciclopediche importanti (A.1.a), troverà sussidi per tenere sott’occhio altri dati utili (A.3.a.b.d) ed eventualmente acquisire nozioni formali sul teatro d’opera (A.3.c). Per documentarsi sulla storia dei sistemi produttivi del Teatro La Fenice di Venezia (per eventuali approfondimenti cfr. Anna Laura Bellina (>) – Michele Girardi (>), Il teatro La Fenice 1792-1996. Il teatro, la musica, il pubblico, l’impresa, Venezia, Marsilio, 2003), della Scala di Milano consulterà le sezz. B.1a, B2a. Leggerà infine le leggi attuali in materia di Fondazioni lirico sinfoniche e di beni culturali (C).

 

La parte del modulo dedicata al Mecenatismo femminile viene documentata dalle lezioni disponibili nella pagina moodle, dove si possono acquisire anche i ppt di sostegno preparati da María Cáceres-Piñuel e da Vincenzina Ottomano, ricchi di dati riassuntivi (>). La ricerca è in corso, e non è dunque ancora fissata su carta: per conoscere alcuni punti di partenza delle due studiose si vedano i saggi di Linda Whitesitt, Women’s Support and Encouragement of Music and Musicians (>), in Women and Music. A History, a cura di Karin Pendle, Bloomington, Indiana University Press, 1991, pp. 301-313; Paul Merkley, Introduction (>), in Music and Patronage, a cura di P. Merkley, Abingdon, Routledge, 2012, pp. xv-xxvii; Anselm Gerhard, Il mito del secolo borghese (>), «Il saggiatore musicale», vol. 20 n. 2, 2013, pp. 237-258

 

 

Curriculum

Pubblicazioni

Convegni

Altre attività 

Corsi: 1997-98, 1998-99, 1999-2000, 2000-2001, 2001-2002, 2002-2003-ab, 2002-2003-2, 2003-2004-ab, 2003-2004-2