Vampire-p

20201208

Alla ricerca di una definizione di ‘espressionismo musicale’, ci siamo imbattuti, nelle lezioni e seminari di questo corso, in un universo esteso, ma senza confini del tutto chiari. Un po’ perché l’espressione interiore balza in primo piano nell’arte fin de siècle, fondando i passi di un movimento che resterà privo di un’identità univoca, un po’ perché sta nella natura stessa delle nuove avanguardie di esaurire lo specifico di ciascuna arte, senza riuscire sempre a trovare soluzioni comuni, ma provandoci comunque – e si pensi all’esperienza in area germanofona, della Brücke (1905-1913) e del Blaue Reiter (1911-1914), in particolare al Blaue Reiter Almanach (19142 >), con scritti e composizioni di Schönberg, Berg e Webern [0].

Ai fini dell’esame non si distingue più chi ha frequentato, poiché ogni iscritto può aver seguito il corso in aula e/o da casa, fruendo delle lezioni trasmesse in diretta e registrate nella pagina moodle (>), utile sussidio per il ripasso della materia. Il programma seguente fa riferimento alla pagina in rete del modulo (>). Per un inquadramento storico di base della musica del Novecento si può ricorrere al Manuale di Storia della musica di Elvidio Surian (>) [H-1], e/o a Michele GirardiOpera e teatro musicale, 1890-1950 (>) [H-1]. La/il candidata/o dovrà poi dimostrare una conoscenza di base del movimento ‘espressionista’ in generale, seguendo le indicazioni [H-2] e/o mediante letture personali. Si documenterà su alcune tappe fondamentali dell’espressionismo musicale non destinate al teatro, discusse [C-1, D-1], e ascoltate [C-2, D-2], prima di addentrarsi in alcuni titoli operistici di riferimento trattati a lezione, per ognuno dei quali dovrà  leggere il libretto e vedere l’opera per intero (fra quadre i testi sui quali perfezionare la preparazione, utili prospetti riassuntivi si leggono in [00]): Salome, 1905 [A, h-1.1], Erwartung, 1909-1924 [C, h-1.3], A kékszakállú herceg vára, 1911-1918 [B, h-1.12], A csodálatos mandarin, 1919-1926 [E, h-1.13], Wozzeck, 1925 [D.a-c, h-1.6-7, 9a] e Lulu, 1935-1927-1979, anche nel contesto delle pièces da prima donna [F, h-1.9b-10].

L’ultima parte dell’esame riguarda la materia trattata dalla dott.ssa Federica Marsico nel suo seminario in tre parti, che si può seguire, oltre che nelle registrazioni, anche negli estratti [G]; la preparazione andrà rifinita leggendo saggi su composizioni di Schönberg, fra cui Pierrot lunaire (1912), il ‘manifesto’ dell’espressionismo [h-1.5], Berg [h-11] e Henze [h-1.14-15].

 Ogni forma di approfondimento sarà la benvenuta, chi non ha dimestichezza alcuna col linguaggio musicale può saltare le argomentazioni che ne richiedono la conoscenza, limitandosi a recepirne il senso per quanto possibile.

 

NB: il segno > rinvia a un collegamento ipertestuale, solitamente un documento in formato pdf; * segnala che il testo è disponibile a scopo di studio (rivolgersi al docente).

 

 

Curriculum

Pubblicazioni

Convegni

Altre attività 

Corsi: 1997-98, 1998-99, 1999-2000, 2000-2001, 2001-2002, 2002-2003-ab, 2002-2003-2, 2003-2004-ab, 2003-2004-2