Per cosa servirebbe il potere se non ad abusarne? mascagni

 

Esiste una relazione tra dittatura e musica ‘brutta’? questo interrogativo sarà il punto di partenza per fornire un panorama generale di una delle pagine più nere della storia civile italiana. Un ventennio di soprusi morali e materiali in cui agiva una pletora di musicisti leccapiedi, compositori, librettisti, cantanti, direttori d’orchestra, di teatro e quant’altro, verrà inquadrato nel sistema produttivo dell’opera e della vita delle sale da concerto del tempo, come l’effimero Augusteo, nelle stagioni così come nei Festival: è tanto spiacevole quanto fruttuoso notare che da allora l’Italia non è molto cambiata, e che numerose costanti apparentano i nostri tempi agli anni di Mussolini, come faceva notare nel 1995 Harvey Sachs (>). Forse perché il fascismo «conviene agli italiani perché è nella loro natura, e racchiude le loro ispirazioni», come ha notato con lucidità Ennio Flaiano ( >), e in fondo «fascismo e adolescenza continuano ad essere in una certa misura stagioni storiche e permanenti della nostra vita», come ha scritto Federico Fellini (>)?

 

La didattica si svolgerà con lezioni frontali, e la valutazione mediante un colloquio orale. Alla fine dell’insegnamento verrà reso pubblico il programma d’esame e specificata la bibliografia nel dettaglio. Per l’inquadramento storico si può consultare il volume  10  (Guido Salvetti, La nascita del Novecento, Torino, edt, 1991) della Storia della musica, a cura della Società italiana di musicologia, ii ediz. (anche nell’ediz. economica: 2013).

 

NB: il segno > rinvia a un collegamento ipertestuale, solitamente un documento in formato pdf; * segnala che il documento (testo, audio o video ecc.) è disponibile su richiesta a scopo di studio; dbi collega alla voce specifica del Dizionario Biografico degli Italiani, Treccani ol; wp rimanda alla voce di Wikipedia. In questa pagina si raccoglie una vasta mole d’informazioni, in guisa d’archivio consultabile da qualsiasi ricercatore fosse interessato alla tematica. Solo una parte di esso sarà dunque oggetto del programma d’esame del corso.

 

20180811-20190322

 

 

Calendario e argomento delle lezioni 20181018 (>)

Programma d’esame 20181015 (>)

 

Conferenza-lezione del m° Fortunato Ortombina, sovrintendente e direttore artistico del teatro La Fenice, 2 ottobre 2018 (>)

 

I compositori (i critici, e i gerarchi) e il repertorio >

Documenti, testi e video, di e sull’epoca fascista e altre musiche >

 

Sistemi produttivi musicali e sussidi

a. opere dell’Ottocento (>) b. teatro musicale, 1850-1900 (>) c. opere del Novecento (>) d.  teatro musicale, 1900-1930 (>) e. Piccolo glossario di drammaturgia musicale, 2010 (>)

Il Teatro la Fenice di Venezia (W_I): interno e collocazione sociale del pubblico (>), mappa del teatro nella disposizione attuale (>), le cariche sociali (W_I), documenti del teatro (libretti, contratti d’appalto, cronologia ecc.): Archivio storico del Teatro la Fenice online (>); una storia del teatro anche dal punto di vista economico (>); Semiramide (1823), bozzetti: borsato, 1823: Giardini pensili, luogo magnifico della Reggia, Atrio della Reggia, Interno sotterraneo (>); I Capuleti e i Montecchi,  bozzetti di Francesco Bagnara per la première:  Galleria nel palazzo di Capellio (I.1 >), Gabinetto negli appartamenti di Giulietta (I.4 >), Atrio interno del Palazzo di Capellio (II.1 >), luogo remoto presso il Palazzo di Capellio (III.5 >), Recinto ove sorgono le tombe dei Capelletti (IV.1 >) Rigoletto (1851): bozzetti di bertoja1851 (>); figurini per Gilda (>), Maddalena e Sparafucile (>), Rigoletto (>); il quartetto nell’atto III (>)

Il Teatro alla Scala di  Milano (W_I): le cariche sociali (W_I), le prime assolute (W_I)

Il Teatro di San Carlo di Napoli (W_I)

Le cifre del sistema produttivo musicale nell’Italia postunitaria (>)

Archivio storico della camera dei deputati (>)

Il MinCulPop (wp_i)

Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo: fondazioni lirico sinfoniche (>)

Legge 8 ottobre 1997 n. 352 Disposizioni sui beni culturali  (>)

 

Il Festival internazionale di musica contemporanea a Venezia

Programmi dal 1930 al 1972 (>)

I direttori e i presidenti, dal 1930 (>)

 

Diagrammi e archivi

Le opere nel periodo del fascismo, michele girardi © 2014 (1919-1945, >)

Il sistema produttivo del fascismo

Musicisti italiani viventi le cui opere (0) e balletti (B) furono rappresentati negli enti autonomi dalla stagione 1935-36 alla stagione 1942-43  (>)

Musicisti italiani del passato le cui opere ( 0) e balletti (B) furono rappresentati negli enti autonomi dalla stagione 1935-36 alla stagione 1942-43  (>)

Musicisti stranieri viventi e del passato le cui opere (O) e balletti (B) furono rappresentati negli enti autonomi dalla stagione 1935-36 alla stagione 1942-43  (>)

Le opere e i balli dati al Teatro la Fenice di Venezia e alla Biennale, dal 1922 al 1945 (>)

Le stagioni di Goffredo Petrassi, quale sovrintendente del Teatro La Fenice (>)

Il ritorno all’antico: Orfeo dagli esecutori filologi (>) e la prima registrazione dell’Orfeo, vers. di Benvenuti, 1939 (>); L’incoronazione di Poppea (>)

Tabella razziale redatta da Hans Engel, in Deutschland und Italien in ihren musikgeschichtlichen Beziehungen, 1944 (>)

Un razzista italiano prima delle leggi razziali: Lidio Cipriani (wp, dbi): Mostra dagli album fotografici di Lido Cipriani (>); Luigi Benevelli, L’inferiorità mentale del negro secondo Lido Cipriani (>); Lido Cipriani, kigelia (>)

 

 

 

Bibliografia

 

Guido Abbattista, Umanità in mostra. Esposizioni etniche e invenzioni esotiche in Italia (1880-1940), Trieste, eut Edizioni Università di Trieste, 2013 (>)

Isabella Abbonizio, Musica e colonialismo nell’Italia fascista (1922-1943), Tesi di dottorato, Università di Roma Tor Vergata, a.a. 2008-2009, 2010 (>)

—, Etnografia musicale e colonialismo italiano: contributi sul folclore dei territori d’oltremare dall’epoca liberale al fascismo, «Ethnorêma», 2011, 7, pp. 27-42 (>)

Annali del fascismo, 1935-1942 (>)

Raffaella Barbierato, Il debutto rinviato. Vita e opere del musicista Igino Robbiani (1884-1966), Cremona, Linograf, 1998

Laura Basini, Alfredo Casella and the rhetoric of colonialism, «Cambridge Opera Journal», 24/2, 2012, pp. 127-157.

Ruth Ben-Ghiat, Italian Universities Under Fascism (>), in Universities under Dictatorship, a cura di John Connely  e Michael Grüttner, The Pennsylvania University State University Press, University Park  Pennsylvania, 2005, pp. 45-73

Stefano Biguzzi, L’orchestra del duce. Mussolini, la musica e il mito del capo, Torino, utet, 2003

Vittore Branca, Malipiero: mi vergogno di essere veneziano, «Il Sole 24 ore», 25 ottobre 1992 (>)

Abra K. Busch, The «Liriche da camera» of Francesco Santoliquido, Diss., Graduate School of the Ohio State University, 2003 (>)

Luciano Canfora, Questo governo? mi ricorda il fascismo (>), intervista di Giacomo Russo Spena, «Micromega online», 20180917.

Alfredo Casella, 21 + 26 [1931], edizione a cura di Alessandra Carlotta Pellegrini, Firenze, Olschki, 2001:

Impressionismo e anti-medesimo, marzo 1918, pp. 20-23 (>); Ritratto del musicista reazionario, aprile 1922, pp. 72-72 (>);  Lettera aperta a S.E. Pietro Mascagni, «L’Italia Letteraria», 15 dicembre 1929, pp. 122-129 (>)

—, I segreti della giara, Firenze, Sansoni, 1939:

I miei rapporti con Ferruccio Busoni, pp. 151 e segg. (>); Su La donna serpente e La favola di Orfeo (1928-1932), pp. 242-257 (>)

 —, Difendiamo l’anima musicale d’Italia – Polemica tra musicisti (>), «Il Giornale d'Italia» , 7 agosto 1938, Fondo Alfredo Casella, Fondazione Giorgio Cini.

Censura teatrale e fascismo (1931-1944). La storia, l’archivio, l’inventario, a cura di Patrizia Ferrara, 2 voll., Roma, Ministero per i beni e le attività culturali, Direzione generale degli archivi, 2004, vol. i (>), vol. ii (>)

Justine Comtois, Alfredo Casella’s «Il deserto tentato» (1937): an Opera Dedicated to Benito Mussolini in Composing for the State.  Music in 20th-Century Dictatorships (>), a cura di Esteban Buch, Igor Contreras Zubillaga (index, preface: >), Farnham (Surrey, uk) – Burlington (vt, usa), Ashgate Publishing, 2016, pp. 83-95.

Fedele d’Amico, Musica nuova e antica al Maggio fiorentino – «Il deserto tentato» (>), «Meridiano di Roma», 23 maggio 1937, p. 2, Fondo Alfredo Casella, Fondazione Giorgio Cini.

Silvia Del Zoppo, Mussolini e i compositori del Ventennio: estetizzazione della violenza, processi mitopoietici e riti del consenso nel contesto musicale italiano (1922-1939), «Gigalmeš», v/1, n. 1, 2016, pp. 191-205 (>).

Raffaello De Rensis, Mussolini musicista, Mantova, Paladino, 1927 (>)

Enrica Dionisi, Su alcuni aspetti della musica del Novecento e dell’attività di Alfredo Parente, «Il giornale di Kinetès», 20171030 (>)

Ben Earle, Luigi Dallapiccola and Musical Modernism in Fascist Italy, Cambridge, Cambridge University Press, 2013

Simonetta Falasca-Zamponi, Fascist Spectacle: The Aesthetics of Power in Mussolini’s Italy, Berkeley, University of California Press, 1997

Cesare Fertonani,  Il gusto del paradosso: a proposito di «Vivaldiana» di Gian Francesco Malipiero (>), in Antonio Vivaldi. Passato e Futuro, a cura di Francesco Fanna e Michael Talbot, isbn 978-88-96445-00-6, Fondazione Giorgio Cini, 2009, pubblicazione online (>), pp. 395-411

Maria Girardi, Il teatro La Fenice durante il ventennio fascista (>), «Rassegna veneta di studi musicali», iv, 1986, pp. 201-233

Michele Girardi, Ruggero Leoncavallo: un compositore affamato di cultura (>), in Leoncavallo «Pagliacci», progetto di Federico Fornoni e Massimo Navoni, Milano, Musicom-Mondadori Electa, 2011, pp. 40-49 («Vox Imago, 8», versione italiana)

—, «I Medici», un po’ di  wagnerismo all’italiana (>), dgg 477 7456 (2  cd), © 2010, pp. 16-19 (trad. inglese, pp. 7-11, trad. tedesca, pp. 15-20, trad. francese, pp. 23-27)

Italian Music during the Fascist Period, a cura di Roberto Illiano, Turnhout, Brepols 2004:

Eleonora Carapella, Musicisti ebrei nell’Italia delle persecuzoni: il caso Aldo Finzi (>)

Jürgen Maehder, Il libretto patriottico nell’Italia della fine del secolo e la raffigurazione dell’Antichità e del Rinascimento nel libretto prefascista italiano (>), in Atti del Convegno Internazionale di Musicologia a Bologna 1987, a cura di Lorenzo Bianconi et al., 4 voll.,Torino, edt,  1990, iii, pp. 451-466.

Orazio Maione, I Conservatori di musica durante il fascismo, Torino, edt, 2005

Francesca Melandri, Italiani smemorata gente (>), «Nigrizia», 20180904

Fiamma Nicolodi, Musica e Musicisti nel Ventennio fascista, Fiesole, Discanto, 1984 (rist., con una postfazione  2018 >):

Dentro il Novecento: Pizzetti, Casella, pp. 165-271 (>)

Documenti: carteggio tra Franz Lehár e Mussolini, 1924-1933 (>); carteggio fra Malipiero e il regime, 1926-1943, pp. 348-370 (>); carteggio fra Mascagni e il regime, 1925-1943, pp. 372-412 (>); 19260624 lettera di Mascagni a Mussolini, sulla sua concezione del teatro (>); carteggio fra Pizzetti e il regime, 1925-1943, pp. 431-442 (>):  19320413 lettera di Pizzetti a Mussolini che attesta l’ignoranza crassa di Ildebrando da Parma (>)

—, Risvolti nazionalistici nel mito dell’antico in Italia e in Francia, in Musica senza aggettivi. Studi per Fedele D’Amico, a cura di Agostino Ziino, Firenze, Olschki, 1991, pp. 463-476

—, Il sistema produttivo dall’Unità a oggi, nella Storia dell’Opera italiana, a cura di Lorenzo Bianconi e Giorgio Pestelli, vol. 4 Il sistema produttivo e le sue competenze, Torino, edt/Musica, 1987, pp. 167-229:

Musicisti italiani viventi le cui opere (0) e balletti (B) furono rappresentati negli enti autonomi dalla stagione 1935-36 alla stagione 1942-43 (compresi il Maggio Musicale Fiorentino, il Ciclo di Opere Contemporanee di Roma e Milano ed escluse le manifestazioni a carattere popolare), pp. 202-203 (>)

Musicisti italiani del passato le cui opere ( 0) e balletti (B) furono rappresentati negli enti autonomi dalla stagione 1935-36 alla stagione 1942-43 (compresi il Maggio Musicale Fiorentino,il Ciclo di Opere Contemporanee di Roma e Milano ed escluse le. manifestazioni a carattere popolare), p. 204 (>)

Musicisti stranieri viventi e del passato le cui opere (O) e balletti (B) furono rappresentati negli enti autonomi dalla stagione 1935-36 alla stagione 1942-43 (compresi il Maggio Musicale Fiorentino, il Ciclo di Opere Contemporanee di Roma e Milano ed escluse le manifestazioni a carattere popolare), pp. 207-208 (>)

—, Su alcune querelles dei compositori-critici del Novecento, in La critica musicale in Italia nella prima metà del Novecento, a cura di Marco Capra e Fiamma Nicolodi, Venezia, Marsilio-Casa della musica, 2011, pp. 31-54 (pp. 31-40 >, 41-54 >).

Catherine Paul, Ezra Pound, Alfredo Casella and the Fascist Cultural Nationalism of the Vivaldi Revival, «Quaderni di Palazzo Serra, 15, 2008, pp. 91-112 (>)

John Rosselli, Sull’ali dorate. Il mondo musicale italiano dell’Ottocento, Bologna, il Mulino, 1992.

Franco Rossi, «La Fenice prima dell’opera»: 

La ripresa della «Traviata» nell’autunno 1856, per la visita dell’imperatore Francesco Giuseppe (>), 1, 2004-2005, pp. 151-160

«Il “Rigoletto” è la “Semiramide” del maestro Verdi» (>) 5, 2010, pp. 131-145

Un poco di cinismo non guasta (>) 2, 2014-2015, pp. 119-126

Crivelli, Lanari e «Norma» a Venezia nel 1832 (>) 4, 2014-2015, pp. 139-153.

Carlo Steno RossiIl teatro come impresa: la Fenice negli anni 1836-66«Quaderni dell’Archivio Storico», 1, Venezia 2005 (>).

Agostino Ruscillo, La «Stella di Venere» di Luigi Illica: un incompiuto progetto giordaniano di epoca fascista sul mito di Enea (>), in Risonanze: forme e contenuti della memoria dell’antico, Atti del convegno Note sul Mito (Foggia, 27 novembre 2013), a cura di Giovanni Cipriani e Antonella Tedeschi, Foggia, Il Castello, novembre 2014, pp. 467-489  («Echo», xiv)

Harvey Sachs, Musica e regime [Music in Fascist Italy, 1984], Milano, il Saggiatore, 1995 (*):

prefazione (1986), prefazione all’edizione italiana (1995), pp. 9-15 (>)    

capitolo i. Il terreno, pp. 17-48 (>).

intervista a Goffredo Petrassi, pp. 180-191 (>)

tabella razziale redatta da Hans Engel, in Deutschland und Italien in ihren musikgeschichtlichen Beziehungen, Regensburg, Bosse, 1944, pp. 250-251 (>)

Capitolo vi. Il caso Toscanini, pp. 271-313 (>)

poscritto (1994) al «Caso Toscanini», pp. 315-317 (>)

epilogo, pp. 319-321  (>)

Piero Santi, Il teatro di Gian Francesco Malipiero, «L’approdo musicale», n. 9, gennaio-marzo 1960, pp. 19-112

Francesco Santoliquido, Gli ebrei e la musica in Italia (>), «Il Tevere», 1-2 dicembre 1937, p. 1-3, Fondo Alfredo Casella, Fondazione Giorgio Cini.

—, La piovra musicale ebraica (>), «Il Tevere», 15 dicembre 1937, p. 2, Fondo Alfredo Casella, Fondazione Giorgio Cini.

Emanuela Scarpellini, Organizzazione teatrale e politica del teatro nell’Italia fascista, Milano, led, 2004 (>)

Arnold Schönberg, Stile e pensiero. Scritti su musica e società, a cura di Anna Maria Morazzoni, Milano, il Saggiatore, 2008:

Respighi e la musica nazionale italiana [25.ix.1927, Italienische Nationalmusik, ms], pp. 575-576 (>); Il fascismo non è un articolo da esportazione

Giovanni Sedita, Gli intellettuali di Mussolini. La cultura finanziata dal fascismo, Firenze, le Lettere, 20102 (>)

Michael P. Steinberg e Suzanne Stewart Steinberg, Fascism and the Operatic Unconscious (>), in Opera and Society in Italy and France from Monteverdi to Bourdieu, a cura di Victoria Johnson, Jane F. Fulcher e Thomas Ertman, Cambridge, Cambridge University Press, 2007, pp. 267-288

Carlo Vitali, Chi è popolare?  (>), «La Fenice prima dell’opera», 2013-2014, 3, pp. 13-34.

 

Curriculum

Pubblicazioni

Convegni

Altre attività 

Corsi: 1997-98, 1998-99, 1999-2000, 2000-2001, 2001-2002, 2002-2003-ab, 2002-2003-2, 2003-2004-ab, 2003-2004-2