20180501 programma d’esame

 

Ogni grande artista trova nella critica ‘militante’ i suoi parassiti: quello di Giacomo Puccini si chiamava  Fausto Torrefranca (w_i), titolare della prima cattedra di storia della musica nelle università italiana, conquistata nel 1941, quando la seconda guerra mondiale entrava nel vivo e il fascismo stava percorrendo la sua infame parabola verso il precipizio. Nel libello Giacomo Puccini e l’opera internazionale (1912) lo studioso si proponeva di liquidare il maggior compositore italiano del tempo in nome dell’autentica vocazione italiana oppressa per secoli dal melodramma: la musica strumentale. Dietro a questa rivendicazione identitaria, estesa persino alla cosiddetta forma-sonata, si celava anche l’interesse di una generazione, quella denominata «dell’Ottanta», per aprirsi uno spazio al vertice delle programmazioni teatrali e concertistiche. La tesi di Torrefranca, presuntuosa oltre che scarsamente fondata, si fonda su un’usanza polemica ultracentenaria (screditare l’avversario onde trarne profitto) elevata peraltro a metodo critico  valevole anche nell’epoca attuale, con tecniche e mezzi pubblicitari assai mutati e invasivi. Due autori infatti conducono da qualche anno una battaglia simile a quella di Torrefranca, anche se con intelligenza e competenza infinitamente minori, contro Mozart, Haydn e la cosiddetta Wiener Klassik, con puntatine verso Beethoven, impiegando soprattutto le reti sociali, e in particolare facebook. Rielaborando ricerche condotte da un professore di matematica a digiuno di nozioni musicali, la coppia tenta sistematicamente di attribuire alcuni fra i maggiori capolavori di Mozart e altri geni a musicisti italiani, e in particolare all’oscuro Andrea Luchesi, senza fornire neppure l’ombra di una prova verificabile. Non ci sono ‘ideali’ dietro a quest’opera di demolizione, ma semplici interessi: come vendere libri (autoprodotti) che altrimenti resterebbero ammassati nei depositi. Il danno che creano, viste le tecniche di comunicazione attuali, è enorme, perché al frequentatore della rete pervengono messaggi distorti e grotteschi, che diffondono bufale (le cosiddette fake-news). Nel corso si sono valutate soprattutto le tesi critiche di Torrefranca in rapporto a Puccini e all’estetica musicale del tempo, dedicando una parte dell’introduzione metodologica, e parte di un dibattito, ai contestatori di Mozart, nel contesto più generale di una discussione sulla funzione della critica musicale di ieri e di oggi.

 

 

NB: il segno > rinvia a un collegamento ipertestuale, solitamente un documento in formato pdf; * segnala che il documento è disponibile a scopo di studio; W_I rinvia alla voce di wikipedia in italiano (E in inglese, ecc.); * libro consultabile nelle biblioteche del polo cittadino.

 

Venezia, 20180503

 

1. La / il candidata / o dovrà conoscere, nelle linee generali, gli eventi principali della storia della musica nel periodo preso in esame, leggendo per orientarsi, Michele Girardi, Opera e teatro musicale, 1890-1950 (>) ©  2005-2018, pp. 1-35; completerà la preparazione consultando Guido SalvettiLa nascita del Novecento, Torino, est, 1991, vol. 10 della Storia della musica, a cura della Società italiana di musicologia, ii ediz. (anche nell’ediz. economica, 2013).

2. La / il candidata / o dovrà acquisire una preparazione soddisfacente su Puccini e sulle opere prese in considerazione da Torrefranca, in particolare Manon Lescaut (1893), La bohème (1896), Tosca (1900), Madama Butterfly (1904), La fanciulla del West (1910), studiando i capitoli corrispondenti in una qualsiasi delle seguenti monografie: Richard Specht, Giacomo Puccini. The Man His life His Work, New York, Knopf, 1933 (>), Mosco Carner, Giacomo Puccini. A Critical Biography, New York, Knopf, 1959 (>), trad. it.: Milano, il Saggiatore, 1961, 19743*; Michele Girardi, Giacomo Puccini. L’arte internazionale di un musicista italiano, Venezia, Marsilio, 1995 (nuova ed. 2000)*; Julian Budden, Puccini: His Life and Works, Oxford-New York, Oxford University Press,  2002 (>); trad. it.: Roma, Carrocci, 2005*; si consiglia anche la lettura dei rispettivi libretti – e partiture, disponibili in imspl (>) per chi è in grado di farlo.

3. La / il candidata / o leggerà le argomentazioni del critico presuntuoso  in Fausto Torrefranca, Giacomo Puccini e l’opera internazionale, Torino, Bocca, 1912, pp. 1-57 (>), 58-137 (>), studiando specificamente i punti trattati nel corso – seguendo all’uopo le indicazioni nella sezione 2 della pagina, Torrefranca e Puccini  (>) e il riassunto delle lezioni (>); amplierà la sua visione sul tema delle polemiche sulla stampa del tempo leggendo Fiamma Nicolodi, Su alcune querelles dei compositori-critici del Novecento (>), in La critica musicale in Italia nella prima metà del Novecento, a cura di Marco Capra e Fiamma Nicolodi, Venezia, Marsilio-Casa della musica, 2011, pp. 31-54; leggerà infine le opinioni sul caso Puccini di quattro compositori dell’avaguardia italiana del secondo dopo guerra: Giacomo Puccini nelle testimonianze di Berio, Bussotti, Donatoni e Nono, a cura di Leonardo Pinzauti (>), «Nuova rivista musicale italiana», viii, 1974, pp. 356-365.

4. La / il candidata / o si documenterà infine sul caso Mozart, la caduta degli dei leggendo Carlo Vitali, Mozart fake news (>), «Classic Voice», n. 214, marzo 2017, pp. 44-47, Id., L’accademia della bufala, «Musica», ol. (>), e la recensione ai due tomi dovuta a Michele Girardi, «Philomusica online», 2, vol. 16, 2017, pp. 249-262 (>),

5. La / il candidata / o che non avesse frequentato aggiungerà alle letture indicate sopra: Marco Capra, Épater les bourgeois. Giudizi e pregiudizi della critica pucciniana in Italia nel primo Novecento (>), «Studi pucciniani», 5, 2018, pp. 129-142; Anna Maria Morazzoni, L’immagine di Puccini presso lo Schönbergkreis (>), ivi, pp. 143-173; Alexandra WilsonTorrefranca vs. Puccini: Embodying a Decadent Italy (>), «Cambridge Opera Journal», vol. 13, n. 1, mar. 2001, pp. 29-53.

 

Curriculum

Pubblicazioni

Convegni

Altre attività 

Corsi: 1997-98, 1998-99, 1999-2000, 2000-2001, 2001-2002, 2002-2003-ab, 2002-2003-2, 2003-2004-ab, 2003-2004-2