MICHELE GIRARDI

drammaturgia musicale 1 

a.a. 2014-2015

 

20180106

 

 

Il teatro d’opera in Italia ai tempi del fascismo,

ossia

Dell’imbarazzante attualità della storia

 

Esiste una relazione tra dittatura e musica ‘brutta’? siamo partiti da questo interrogativo per fornire un panorama generale di una delle pagine più nere della storia civile italiana. Un ventennio di soprusi morali e materiali in cui agiva una pletora di musicisti leccapiedi, compositori, librettisti, cantanti, direttori d’orchestra, di teatro e quant’altro, è stato inquadrato nel sistema produttivo dell’opera del tempo, nelle stagioni così come nei Festival: è tanto spiacevole quanto fruttuoso notare che da allora l’Italia non è molto cambiata, e che numerose costanti apparentano i nostri tempi agli anni di Mussolini, come faceva notare nel 1995 Harvey Sachs (>).

 

La didattica si è svolta con lezioni frontali, e la valutazione mediante un colloquio orale. Alla fine dell’insegnamento è stato reso pubblico il programma d’esame e specificata la bibliografia. Per l’inquadramento storico si può consultare il volume  10  (Guido Salvetti, La nascita del Novecento, Torino, edt, 1991) della Storia della musica, a cura della Società italiana di musicologia, ii ediz. (anche nell’ediz. economica: 2013). Per un fulmineo sguardo sulla miseria di un dittatore si legga Un buffone durato vent’anni di Luca Fontana (rubrica de I fiori del male, 20140908 >)

 

NB: il segno > rinvia a un collegamento ipertestuale, solitamente un documento in formato pdf; * segnala che il documento (testo, audio o video ecc.) è disponibile su richiesta a scopo di studio; dbi collega alla voce specifica del Dizionario Biografico degli Italiani, Treccani ol; wp rimanda alla voce di Wikipedia.

 

 

Calendario e argomento delle lezioni 20141022 (>)

Programma d’esame 20150103 (>)

 

 

I compositori (i critici, e i gerarchi) e il repertorio >

Documenti, testi e video, di e sull’epoca fascista e altre musiche >

 

Il Festival internazionale di musica contemporanea a Venezia

Programmi dal 1930 al 1945 (>)

I direttori e i presidenti, dal 1930 (>)

 

Diagrammi

Le opere nel periodo del fascismo, michele girardi © 2014 (1919-1945, >)

Il sistema produttivo del fascismo

Musicisti italiani viventi le cui opere (0) e balletti (B) furono rappresentati negli enti autonomi dalla stagione 1935-36 alla stagione 1942-43  (>)

Musicisti italiani del passato le cui opere ( 0) e balletti (B) furono rappresentati negli enti autonomi dalla stagione 1935-36 alla stagione 1942-43  (>)

Musicisti stranieri viventi e del passato le cui opere (O) e balletti (B) furono rappresentati negli enti autonomi dalla stagione 1935-36 alla stagione 1942-43  (>)

Le opere e i balli dati al Teatro la Fenice di Venezia e alla Biennale, dal 1922 al 1945 (>)

Le stagioni di Goffredo Petrassi, quale sovrintendente del Teatro La Fenice (>)

Tabella razziale redatta da Hans Engel, in Deutschland und Italien in ihren musikgeschichtlichen Beziehungen, 1944 (>);

 

 

 

Bibliografia

 

Isabella Abbonizio, Musica e colonialismo nell’Italia fascista (1922-1943), Tesi di dottorato, Università di Roma Tor Vergata, a.a. 2008-2009, 2010 (>)

—, Etnografia musicale e colonialismo italiano: contributi sul folclore dei territori d’oltremare dall’epoca liberale al fascismo, «Ethnorêma», 2011, 7, pp. 27-42 (>)

Raffaella Barbierato, Il debutto rinviato. Vita e opere del musicista Igino Robbiani (1884-1966), Cremona, Linograf, 1998

Stefano Biguzzi, L’orchestra del duce. Mussolini, la musica e il mito del capo, Torino, utet, 2003

Vittore Branca, Malipiero: mi vergogno di essere veneziano, «Il Sole 24 ore», 25 ottobre 1992 (>)

Censura teatrale e fascismo (1931-1944). La storia, l’archivio, l’inventario, a cura di Patrizia Ferrara, 2 voll., Roma, Ministero per i beni e le attività culturali, Direzione generale degli archivi, 2004, vol. i (>), vol. ii (>)

Ben Earle, Luigi Dallapiccola and Musical Modernism in Fascist Italy, Cambridge, Cambridge University Press, 2013

Simonetta Falasca-Zamponi, Fascist Spectacle: The Aesthetics of Power in Mussolini’s Italy, Berkeley, University of California Press, 1997

Cesare Fertonani,  Il gusto del paradosso: a proposito di «Vivaldiana» di Gian Francesco Malipiero (>), in Antonio Vivaldi. Passato e Futuro, a cura di Francesco Fanna e Michael Talbot, isbn 978-88-96445-00-6, Fondazione Giorgio Cini, 2009, pubblicazione online (>), pp. 395-411

Michele Girardi, Ruggero Leoncavallo: un compositore affamato di cultura (>), in Leoncavallo «Pagliacci», progetto di Federico Fornoni e Massimo Navoni, Milano, Musicom-Mondadori Electa, 2011, pp. 40-49 («Vox Imago, 8», versione italiana)

—, «I Medici», un po’ di  wagnerismo all’italiana (>), dgg 477 7456 (2  cd), © 2010, pp. 16-19 (trad. inglese, pp. 7-11, trad. tedesca, pp. 15-20, trad. francese, pp. 23-27)

Jürgen Maehder, Il libretto patriottico nell’Italia della fine del secolo e la raffigurazione dell’Antichità e del Rinascimento nel libretto prefascista italiano, in Atti del Convegno Internazionale di Musicologia a Bologna 1987, a cura di Lorenzo Bianconi et al., 4 voll.,Torino, edt,  1990, iii, pp. 451-466 (>)

Orazio Maione, I Conservatori di musica durante il fascismo, Torino, edt, 2005

Fiamma Nicolodi, Musica e Musicisti nel Ventennio fascista, Fiesole, Discanto, 1984:

Dentro il Novecento: Pizzetti, Casella, pp. 165-271 (>)

Documenti: carteggio tra Franz Lehár e Mussolini, 1924-1933 (>); carteggio fra Malipiero e il regime, 1926-1943, pp. 348-370 (>); carteggio fra Mascagni e il regime, 1925-1943, pp. 372-412 (>); 19260624 lettera di Mascagni a Mussolini, sulla sua concezione del teatro (>); carteggio fra Pizzetti e il regime, 1925-1943, pp. 431-442 (>):  19320413 lettera di Pizzetti a Mussolini che attesta l’ignoranza crassa di Ildebrando da Parma (>)

—, Risvolti nazionalistici nel mito dell’antico in Italia e in Francia, in Musica senza aggettivi. Studi per Fedele D’Amico, a cura di Agostino Ziino, Firenze, Olschki, 1991, pp. 463-476

—, Il sistema produttivo dall’Unità a oggi, nella Storia dell’Opera italiana, a cura di Lorenzo Bianconi e Giorgio Pestelli, vol. 4 Il sistema produttivo e le sue competenze, Torino, edt/Musica, 1987, pp. 167-229:

Musicisti italiani viventi le cui opere (0) e balletti (B) furono rappresentati negli enti autonomi dalla stagione 1935-36 alla stagione 1942-43 (compresi il Maggio Musicale Fiorentino, il Ciclo di Opere Contemporanee di Roma e Milano ed escluse le manifestazioni a carattere popolare), pp. 202-203 (>)

Musicisti italiani del passato le cui opere ( 0) e balletti (B) furono rappresentati negli enti autonomi dalla stagione 1935-36 alla stagione 1942-43 (compresi il Maggio Musicale Fiorentino,il Ciclo di Opere Contemporanee di Roma e Milano ed escluse le. manifestazioni a carattere popolare), p. 204 (>)

Musicisti stranieri viventi e del passato le cui opere (O) e balletti (B) furono rappresentati negli enti autonomi dalla stagione 1935-36 alla stagione 1942-43 (compresi il Maggio Musicale Fiorentino, il Ciclo di Opere Contemporanee di Roma e Milano ed escluse le manifestazioni a carattere popolare), pp. 207-208 (>)

Catherine Paul, Ezra Pound, Alfredo Casella and the Fascist Cultural Nationalism of the Vivaldi Revival, «Quaderni di Palazzo Serra, 15, 2008, pp. 91-112 (>)

Agostino Ruscillo, La «Stella di Venere» di Luigi Illica: un incompiuto progetto giordaniano di epoca fascista sul mito di Enea (>), in Risonanze: forme e contenuti della memoria dell’antico, Atti del convegno Note sul Mito (Foggia, 27 novembre 2013), a cura di Giovanni Cipriani e Antonella Tedeschi, Foggia, Il Castello, novembre 2014, pp. 467-489  («Echo», xiv).

Harvey Sachs, Musica e regime [Music in Fascist Italy, 1984], Milano, il Saggiatore, 1995 (*):

prefazione (1986), prefazione all’edizione italiana (1995), pp. 9-15 (>)    

capitolo i. Il terreno, pp. 17-48 (>).

intervista a Goffredo Petrassi, pp. 180-191 (>)

tabella razziale redatta da Hans Engel, in Deutschland und Italien in ihren musikgeschichtlichen Beziehungen, Regensburg, Bosse, 1944, pp. 250-251 (>)

Capitolo vi. Il caso Toscanini, pp. 271-313 (>)

poscritto (1994) al «Caso Toscanini», pp. 315-317 (>)

epilogo, pp. 319-321  (>)

Piero Santi, Il teatro di Gian Francesco Malipiero, «L’approdo musicale», n. 9, gennaio-marzo 1960, pp. 19-112

Emanuela Scarpellini, Organizzazione teatrale e politica del teatro nell’Italia fascista, Milano, led, 2004 (>)

Arnold Schönberg, Stile e pensiero. Scritti su musica e società, a cura di Anna Maria Morazzoni, Milano, il Saggiatore, 2008:

Respighi e la musica nazionale italiana [25.ix.1927, Italienische Nationalmusik, ms], pp. 575-576 (>); Il fascismo non è un articolo da esportazione

Giovanni Sedita, Gli intellettuali di Mussolini. La cultura finanziata dal fascismo, Firenze, le Lettere, 20102 (>)

Michael P. Steinberg e Suzanne Stewart Steinberg, Fascism and the Operatic Unconscious, in Opera and Society in Italy and France from Monteverdi to Bourdieu, a cura di Victoria Johnson, Jane F. Fulcher e Thomas Ertman, Cambridge, Cambridge University Press, 2007, pp. 267-288

Carlo Vitali, Chi è popolare?, «La Fenice prima dell’opera», 2013-2014, 3, pp. 13-34 (>).

 

Curriculum

Pubblicazioni

Convegni

Altre attività 

Corsi: 1997-98, 1998-99, 1999-2000, 2000-2001, 2001-2002, 2002-2003-ab, 2002-2003-2, 2003-2004-ab, 2003-2004-2